Questa informativa sull'utilizzo dei cookie sul sito www.vovinamilano.it è resa all'utente in attuazione del provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell'8 maggio 2014 "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie" e nel rispetto dell'art. 13 del Codice privacy (D.Lgs. n. 196/2003).

I 5 Principi Tecnici

VOVINAM VIET VO DAOI 5 PRINCIPI TECNICI DEL VOVINAM VIET VO DAO

 

1/ la praticità: 

in altre arti marziali si tende a far iniziare il praticante con molte posizioni lavorare le forme e solo tecniche base per molti anni, nel VVn si è scelto un percorso differente

questo percorso permettere sempre di dare le basi, ma più pratiche.

Da subito si lavorano pugni, calci, tagli tutte tecniche di attacco, così da poter imparare già nei primi mesi tecniche legate alla difesa personale, al contatto o comunque cercare di rendere subito un minimo efficace quello che si sta imparando.

VOVINAM VIET VO DAO
VOVINAM VIET VO DAO

2/ Continuità:

quando un praticante attacca non lo fa mai con un tecnica sola, ma sempre con una sequenza.

Dopo un pugno ci sarà un taglio, poi un calcio e così via, e questo è il principio dei Chien Luoc, dando continuità al lavoro e completezza. 

3/ Armonia tra la forza e l’agilità:

quando attacco con un pugno uso il mio lato DURO, il lato forte dall’altro lato dobbiamo schivare e contrattaccare senza essere rigidi, quindi usando il lato MORBIDO e AGILE per poi poter riapplicare il lato FORTE. 

4/ Scienza:

il VVN usa principi scientifici come il principio di leva, la forza di rotazione applicandoli nelle tecniche di attacco e difesa 

5/ 1 si espande a 3:

prima si impara la tecnica singola, poi si lavora il Quyen che è la forma, per poi arrivare al Song Luyen che è il lavoro a coppie continuato, sono dei combattimenti codificati.

Ci sono molti esempi, tra cui di sicuro li si possono vedere nelle tecniche di coltello, nella spada, oppure i phan don.